USA FAI DA TE
Guida visitare Death Valley National Park

Death Valley

Il nome non è dei più invitanti, letteralmente “La valle della morte”, ma è uno dei parchi più spettacolari degli Stati Uniti d’America.

Qui la natura più inospitale la fa da padrona con i suoi panorami più aridi e desertici a perdita d’occhio, laghi ormai prosciugati, immense montagne erose da anni e anni di storia.

Una meraviglia unica al mondo che nonostante il clima estremo, merita di essere vista almeno una volta nella vita.

Dove si trova la Death Valley:

La Death Valley è un parco nello Stato della California e in piccolissima parte in quello del Nevada.

Il modo migliore per raggiungere il parco è quello di partire da Las Vegas, sono 2 ore e 30 di auto circa 200 Km di distanza.

Consigliamo di partire da Las Vegas visto che è la città più vicina in modo da essere sul posto molto presto ed evitare il picco di caldo delle 12:00

La temperatura nella Death Valley:

Il periodo migliore per visitare la Death Valley è sicuramente il periodo che va dall’Autunno alla Primavera, in modo da poter visitarlo in tutta tranquillità senza il problema del caldo torrido.

Se come noi siete tra quelle persone obbligate a viaggiare d’Estate ricordiamo che la Death Valley è stata classificata come uno dei 10 luoghi nel mondo più caldi quindi prima di procedere nella visita è bene tener conto di alcune precauzioni per vivere questa esperienza in tutta sicurezza.

Consigli per vivere bene una visita nella Death Valley in Estate:

  • Acqua in abbondanza (I ranger consigliano 4 litri d’Acqua a persona)
  • Aria condizionata funzionante alla perfezione
  • Serbatoio della benzina sempre pieno (ci sono solo 2 distributori dentro il parco)
  • Muoversi alle prime luci dell’alba, in modo da evitare il picco di calore delle 12:00

Cosa vedere nella Death Valley:

Di seguito le zone da non perdere nella Death Valley

  • Badwater: il punto di basso di tutto il Nord America, un preistorico lago da tempo prosciugato
  • Zabriskie Point: montagne dalla forma particolare, create dall’erosione di milioni di anni di storia.
  • Artist’s Drive and Palette: strati rocciosi dai colori insoliti dati dalla formazione mineraria delle montagne.
  • Mesquite Flat: un deserto di dune di sabbia molto suggestivo
  • Dante’s View: ad un altezza di 1670 metri è uno dei punti più alti sulla Death Valley da dove ammirare un fantastico panorama su tutta la valle
  • Scotty’s Castle: Un castello costruito nel nulla
  • Racetrack Playa: un fenomeno particolare, le rocce si muovono da sole, se pur impercettibilmente noterete nella terra la striscia delle rocce che si sono mosse nel corso del tempo
  • Devil’s Golf Course: una distesa di sale pietrificato dalle inquietanti forme

 

Dove dormire nella Death Valley:

Come in tutti i parchi chi si appresta a scegliere l’Hotel o il motel per passare la notte si trova di fronte a due scelte, quella di dormire nel parco o quella di dormire nelle città vicine.

Il modo migliore secondo me, per vivere la Death Valley è quello di dormire negli Hotel proprio nel cuore del parco, in questo modo avrete la possibilità di essere già di prima mattina sul posto.

Per chi intende intraprendere questa scelta è bene sapere che gli Hotel non sono molti, quindi è consigliabile prenotare molti mesi prima.



Booking.com

USA fai da te

USA fai da te

Add comment

Topics

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed